Mr. di Maggio /// Venduto 4 e il suo percorso

Quando si visita il sito web di Luca di Maggio la prima frase che ci si trova davanti è “lose yourself to find yourself …”. (Perdi te stesso per trovare te stesso…). E’ un buon inizio per presentarsi, perché Mr. di Maggio ha dovuto un po’ perdersi per ritrovare il percorso giusto, che adesso lo sta facendo lavorare con energia e passione. Dopo aver capito, e dopo che gli è stato detto da tutti gli altri, che la sostanza da trovare c’era, eccome.

Lo scorso 30 marzo Luca di Maggio ha partecipato a VENDUTO 4, il quarto appuntamento dei tre fondatori dell’organizzazione non-profit Venduto: Antonio Ponti, Barbara Crimella e Roberta Molin Corvo, che da 4 anni trovano spazi ramificati nel tessuto urbano, solitamente luoghi dismessi, come fabbriche o grandi uffici, appena venduti, appunto, sfruttandoli per un breve periodo organizzando eventi culturali facendo interagire arte, musica e gente.

Di Maggio è stato il protagonista dell’ultima edizione. Un evento vivo, vissuto e molto apprezzato da utenti diversi: mondo dell’arte underground e non solo, collezionisti, amici e visitatori attratti e interessati.

Un evento che rappresenta per Mr. Di Maggio un primo step di riscoperta del suo lavoro dopo il suo rientro dagli USA. Il Mister infatti è da poco tornato dagli Stati Uniti dove, due anni fa, ha ricevuto una borsa di studio all’Università di Boston.

Un passo importante per crescere e capire la sua strada da grande lavoratore quale si è scoperto essere Luca: “a Boston”, mi racconta, “ stampavo, stampavo tutto il giorno. Lavoravo molto sulle incisioni. Ho esposto in una galleria della città. E quando sono tornato in Italia, a Milano, sono andato avanti per un po’ di tempo con incisioni e serigrafie”. Poi il rientro, che è stato un po’ shockante, per motivi lavorativi e anche personali, ma che gli hanno dato la spinta (da qui il “lose yorself ….”) per fare un analisi su se stesso e sul suo lavoro di illustratore, steet artist e pittore underground, assorbire esperienze, paure e riflessioni, e mettersi al lavoro creando opere più importanti e mature. E la prima esperienza milanese è un esempio tangibile per Luca, che sta preparando altre mostre, tra cui settimana prossima (ancora non sappiamo il giorno esatto) al tattoo shop Saint Mariner, e poi il 30 maggio per Art Kitchen.

“Lavorare, lavorare, lavorare” è un po’ il suo motto di adesso. Un motto e un monito per un artista che ha capito che quella del disegno era la sua strada dopo aver esposto per la prima volta il 24 febbraio del 2005 inzona Ticinese a Milano nel negozio di dischi, che ora non c’è più, Riot Store. Nel 2005 Luca ha infatti iniziato a dipingere per le strade, prima solo, poi in gruppo con amici del gruppo LK (Crudality) come Santi, Luze o el Gato Chimney. E poi di nuovo solo.

“Perché la strada Luca ?” … “la migliore galleria è la strada. Perché è arte per tutti”. E come risposta non fa una piega, è così. A Luca piace che persone, sia quelle che magari lo fermano mentre sta dipingendo per fargli domande, esporre dubbi o complimenti, sia il serio manager che va al lavoro la mattina, vedano qualcosa in strada che gli faccia sorgere un sorriso, o magari un pensiero.

E a Milano di Maggio lo si trova in giro. In corso Garibaldi ci sono dei suoi vecchi lavori, “le faccione” del Mr., riconoscibili da lontano. O un pezzo più recente e impegnativo, il muro di cinta dopo la Tamoil dei bastioni di Porta Nuova, che il Mr. ha dipinto tra Natale e Capodanno 2011.

Un bel percorso tra la strada e tra luoghi dove i suoi lavori sono visti insieme, come appunto gli ex uffici dismessi delle poste presi da Venduto, dove di Maggio è talmente piaciuto che … si sono portati via una sua opera, senza chiedere a nessuno. “Se ti rubano vuol dire che piaci ?”, “Speriamo di si, non è la prima volta che qualcuno si appende un mio pezzo in casa, e io non lo so.”. Mi risponde Luca.

ps. è APPENA uscito un libro dove è pubblicato un lavoro di Mr. di Maggio edito da Rizzoli New York, We own the night. The art of the underbelly project. Consiglio.

 

 

Questa voce è stata pubblicata il 4 aprile 2012 alle 12:34 pm ed è archiviata in Uncategorized. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “Mr. di Maggio /// Venduto 4 e il suo percorso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: