l’ISOLA DI SAXEMBERG riscoperta da VANNI CUOGHI //// a cura di ARIANNA BALDONI

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il Little Circus della galleria Antonio Colombo racchiude un viaggio alla riscoperta dell’Isola di Saxemberg,  conquistata dal navigatore olandese Lindeman nel 1670. Un viaggio documentato da uno scambio epistolare tra l’artista Vanni Cuoghi e l’erborista Fulvio Martini, e da brevi racconti sulle piante ritrovate, come piccole fiabe, e le loro leggende. Uno scrigno raccontato da un testo della curatrice, Arianna Baldoni, che qui riporto a tratti, e che verrà presto pubblicato.

” Vanni Cuoghi si addentra in luoghi fantastici o realmente esistiti, circumnaviga i lembi più remoti dell’immaginazione, ripercorre storie leggendarie e le fa sue, e come un abile giocatore guida l’osservatore in una dimensione enigmatica e insidiosa. (…)

 Al centro di Little Circus, l’artista “ricostruisce” la mappa dell’isola dove sono stati compiuti i prelievi di esemplari vegetali e dove sono stati fatti avvistamenti di animali singolari. Sei teche in plexiglass racchiudono piccole piante dai poteri soprannaturali, come ad esempio l’Auricolaria Mentale, che permette alle persone di comunicare telepaticamente fino a un miglio di distanza, purché se ne conservi una corolla e una foglia in tasca, o come la Bruttarella Audax, che portata al collo, fa allontanare chiunque sia di brutto aspetto. (…)

Alle pareti un bestiario fantastico, composto da sei piccole “gabbie” con la porticina aperta, racchiudono animali e personaggi antropomorfi, di cui scrive Ivan Quaroni, come ad esempio la Farfallatrice, esemplare femmina di specie umana che si nutre esclusivamente di sangue umano, o l’Oca Mannara, licantropo di carattere mansueto che possiede poteri mistici ed è in grado di prevedere il futuro. (…)

La realtà è la gabbia più robusta dell’immaginazione, ma ne è anche la proiezione più seducente, e Saxemberg, l’isola perduta nel tempo, la geografia astratta che affiora da un pensiero recondito e dall’utopia di ciò che avremmo voluto vedere, rappresenta la cesura, il cortocircuito dell’invenzione, l’inciampo del sogno inatteso.”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Questa voce è stata pubblicata il 7 novembre 2013 alle 10:08 am. È archiviata in Uncategorized con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: