Suzanne LACY a MILANO //// GENDER AGENDAS al centro PECCI

IMG_5975

Museo Pecci Milano inaugura oggi una serie dedicata ad artisti che hanno avuto un ruolo fondamentale nella ricerca artistica a partire dagli anni ’60, ’70 e ’80. L’apertura di questo percorso è stata affidata a Suzanne Lacy (California, 1945) con la retrospettiva Gender Agendas, curata da Fabio Cavalucci in collaborazione con Megan Steinman, specialmente dedicata al tema della donna, della sua condizione sociale e umana, e dell’età. Temi pioneristici negli anni Settanta, ma che oggi risultano assolutamente attuali, dagli Stati Uniti all’Europa.

Un percorso d’impatto grazie alle immagini e ai video tra i più rappresentativi dell’artista: da Prostitution notes (1974), a Full circle (1994) – dove sono stati posti nello spazio milanese quei blocchi in marmo con cui la Lacy aveva invaso una piazza di Chicago, nota anche per l’arte pubblica, come segnale dell’assenza di riconoscimento di artiste donna all’interno della città – o Three weeks in May – un lavoro di forte denuncia sugli abusi delle donne negli Stati Uniti. Lavoro che viene riproposto live durante una performance ripetuta per 3 giorni (dal 12 al 14 novembre) in cui l’artista, aiutata da assistenti e, per l’ultimo giorno, da studenti della Naba in occasione di una discussione sulla violenza delle donne, pian piano ricopre di rosso un’enorme mappa degli Stati Uniti con un timbro della parola “Rape” (stupro), dopo aver fatto enunciare al microfono, da donne diverse, la violenza accaduta e i protagonisti di questo atto orrendo.

Denuncia, performance, collaborazione, tavoli da lavoro, immagini più ironiche, ma anch’esse dal crudo sostrato, video documentativi di operazioni artistiche d’impatto come The crystal quilt alla Tate Modern a Londra (2012) … questi alcuni elementi di una mostra da vedere. Fino al 6 gennaio.

Susanne Lacy Gender Agendas, Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy Gender Agendas, Chciago, Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy Gender Agendas, l'artista con Fabio Cavalucci Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy Gender Agendas, l'artista con Fabio Cavalucci curatore  Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy Gender Agendas, mask,  Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy Gender Agendas, Rape  Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy Gender Agendas, Rape,  Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy Gender Agendas, the crystal quilt, Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy Gender Agendas,masks,  Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy three weeks in may, Gender Agendas, Rape,  Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy, Gender Agendas, breast, Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy, Gender Agendas, chicken wings, Centro Pecci Milano labrouge

Susanne Lacy, Gender Agendas, foot, Centro Pecci Milano labrouge

01_PECCI_LACY_ProstitutionNotes

04_PECCI_LACY_In Mourning_and_In_Rage

05_PECCI_LACY_The_Crystal_Quilt

06_PECCI_LACY_Alterations

07_PECCI_LACY_Tattooed_Skeleton_1

07_PECCI_LACY_Tattooed_Skeleton_2

08_PECCI_LACY_Storying_Rape

03_PECCI_LACY_Three_Weeks_in_May_2

Questa voce è stata pubblicata il 12 novembre 2014 alle 4:58 pm. È archiviata in Uncategorized con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: