un FILO CONDUTTORE nel CANAL GRANDE /// a VENEZIA è in mostra FEDERICA MARANGONI

F.Marangoni_Il FIlo Conduttore

Durante i giorni della vernice veneziana era difficile, passando per Canal Grande in vaporetto, non notare un impattante filo rosso che, dall’alto, segnava il palazzo bianco di Ca’ Pesaro, giungendo fino quasi a sfiorare l’acqua, per rientrare in una grossa bobina di vetro. Soprattutto di notte. Si tratta dell’opera realizzata appositamente per la biennale di Federica Marangoni che, trasferitasi nella città lagunare negli anni Settanta creando il suo Fedra Design Studio, e dopo anni di opere realizzate tra l’estero e l’Italia, non poteva non dare un tributo alla sua città d’adozione.

Il filo conduttore rappresenta infatti un temporaneo dono alla città di Venezia sviluppato ad hoc per il periodo della Biennale (in mostra a Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’arte moderna- fino al 13 settembre 2015) grazie all’appoggio di Euronics Italia che festeggia, attraverso una collaborazione artistica nella più importante manifestazione del settore, i suoi 25 anni d’attività in Europa. “Un anniversario importante che abbiamo deciso di celebrare con una serie di attività straordinarie, tra cui la mostra di Federica Marangoni, scelta sia per la sua fama internazionale, che per il contenuto tecnologico intrinseco all’opera stessa” commenta Alessadro Butali, Presidente di Euronics Italia.

L’opera è infatti legata a una duplice forza fortemente umana, dovuta alla scelta del colore rosso reso con un cracked neon, che, come una vena, percorre il palazzo arrivando fino all’acqua, attutita dal vetro, materiale da sempre utilizzato dalla Marangoni per le sue installazioni, unita a una realtà più tecnologica.

F.Marangoni_Bobina_Il Filo Conduttore 2

F.Marangoni_Bobina_Il Filo Conduttore 3

F.Marangoni_Bobina_Il Filo Conduttore

F.Marangoni_Bonina_Il Filo Conduttore 4

F.Marangoni_Il Filo Conduttore 2

F.Marangoni_Il FIlo Conduttore 3

F.Marangoni_Il FIlo Conduttore

Questa voce è stata pubblicata il 16 maggio 2015 alle 8:49 am. È archiviata in Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: