GIANNI PIACENTINO //// da FONDAZIONE PRADA

IMG_4109.PNG

Milano dovrebbe ringraziare personaggi come Miuccia. Fondazione Prada, da quando ha aperto, ha innescato una bomba di qualità e professionalità del contemporaneo. E per chi si lamentasse che si guarda sempre fuori dall’Italia – anche se le sale di An Introduction già smentivano – dal 7 novembre nel Podium saranno esposti più di 100 lavori di Gianni Piacentino (Torino, 1945) a cura di Germano Celant. I pesci dell’“acquario” di Damien Hirst lasciano posto all’artista che all’Arte Povera ha dato quell’impronta di dinamicità attraverso le sue sculture/macchine/invenzioni sofisticate e complesse, eleganti e proiettate verso l’idea di movimento e velocità.  La produzione di Piacentino è qui selezionata dagli anni ’70: i primi Combine Painting, opere generate in quel periodo di formazione in cui l’artista non era ancora “l’ingegnere” intrippato con areoplani e go kart per cui è noto oggi; le barre decorate degli anni ’80 e le tele in cui l’amore per l’aeronautica iniziava a farsi avanti; le forme geometriche e primarie fino alle più recenti strutture metalliche e il Cantilever. (Rossella Farinotti per Zero, http://zero.eu/milano/eventi/16652-gianni-piacentino/ November 2015 special number).

672x372xArte-672-Fondazione-Prada-Gianni-PiacentinorC

Questa voce è stata pubblicata il 19 novembre 2015 alle 4:48 pm. È archiviata in Uncategorized con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: